Calà del Sasso
Categoria : Origini (Foza)
Published by Webmaster on 21/8/2005
Da Sasso di Asiago

Calà, cioè "calata", nel senso di "discesa", e il nome con il quale è conosciuta la via antica che collega il centro abitato
T di Sasso (Comune di Asiago - Provincia di Vicenza), snodandosi lungo la valle omonima, con la località "Fontanella" situata sul fondo della Val Frenzela. La Calà fu costruita, secondo gli storici, verso la fine del secolo XIV0, dal Comune di Asiago allo scopo di dotarsi di una strada propria per collegarsi con il paese di Valstagna e con la via fluviale costituita dal fiume Brenta; essa fu realizzata all'epoca in cui il territorio vicentino era sottoposto al dominio di Gian Galeazzo Visconti in un periodo nel quale anche il Comune di Gallio, con fine analogo, costruì una via lungo la Val Frenzela, onde sottrarsi al pagamento del pedaggio imposto dal Comune di Foza a quanti dovevano attraversare il suo territorio per portare le mercanzie fino a Valstagna.

La Calà, fu realizzata come denuncia la sua stessa struttura ed in particolare la presenza del cunettone per lo scivolamento dei tronchi, principalmente per il trasporto a valle del legname, tagliato sull'AJtopiano dei Sette Comuni e destinato alla pianura veneta; non va dimenticato, a tal proposito che a partire dagli inizi del secolo XV0 e fino alla fine del XVIII0 secolo, l'Altopiano rifornì l'arsenale di Venezia di materiale necessario per l'allestimento delle navi (come testimonia, del resto, il toponimo "Col dei remi" ubicato nella stessa zona della "Calà"). La via venne riparata una prima volta nel 1491 quando, data l'onerosità dell'opera di ripristino della strada rovinata, la Repubblica di Venezia stabilì che la spesa relativa fosse sostenuta da tutti i Comuni circonvicini che la utilizzavano (Asiago - Gallio - Foza - Roana
- Lusiana e Valstagna); nei secoli seguenti la continua manutenzione permise di mantenere costantemente in efficienza la "Calà".