Valentino Marcolongo
Categoria : USA
Published by Webmaster on 5/10/2005
Mia memoria per sempre Marcolongo Valentino.
Granite Sity li 9. /12. 1919
Partito da Chicago li 26 Settembre in poi rivato in questo lavoro io go avuto tutte le disfortune che puo essere io li o avute al lavoro sono andato malissimo un giorno si lavora e uno si stava fermi perche non cera lavoro contro le impromesse avanti di partire da Chicago sono bellissime limpromesse poi tutto tutto difarente e poi lavoro bruttissimo riparazioni di aqua di un grande fiume e poi abiamo scuminciato lavoro di festa. E poi tutto quel giorno ano piovesto mi a tocato a stare sotto la piogia tutto que giorno enpoi din capo un mese missono amalato ogni giorno aumentava il male senza mangiare e poco bene.
Nissuno che era che me asistiva in messo tutta quella gente straniera che non seneaqupavano per niente e vivendo tutto con un poca di latte e un poca di marsala.
Basta dormire sule tole pegio delle bestie e amalato forte. E senza potere avere il dottore mai perche siamo molto lontani delli paesi sono Giunto il giorno primo Novembre a meso giorno io fatto come una specie di colpo sono statto 4 ore senza parlare e senza potter adare adienza che tutta la gente della campagna diceva ormai Marcolongo Valentino more chealora sono statto a casa un uomo per asistarmi per veder se vivo moro e la gente che era al lavoro diceva questa sera troviamo Marcolongo Valentino morto e poi il giorno dietro mi ga campato montato sun una carretta fino che abiamo trovato il tran etrico e poi sono andato alla Città. E poi mi go recatto di una familia di Siciliani che era pegio delle bestie Salvatiche che ancora quella sera resto visitatto dal dottore e lui mi ga fatto 15 punture e poi resto 5 giorni in quela familia ogni giorno aveva la mia visitta dal dottore e din poi 5 giorni mi ano speditto all’ospitale cola malatia Tracolite palmonite e gastrico e con impericolo di moregia di sangue. E in capo tre giorni che all’ospitale la sera alle ore 9 si gaveva scomminciato sangue per la boca e poi mi so invocato alla Madona di Vicenza di fare due messe per me che si calmasse. E percio il sangue.
E romai mi vedeva di morire e quanto mi creseva a non poter vedere familia molie e filli.
E Dopo di quel volta sotto sempre melio e dio e la madona a fatto un miracolo di andare sempre melio. Altro che era redutto puro ossa come lo schenetro della morte mancava altro che sarasse li ochi e allora pareva buono. Io mi vedeva la familia e molie non diceva piu che non sono piu suo marito perche era disfiguratto della malatia. E in capo 10 giorni sono sortitto dal ospitale che non era nemeno capace da caminare dalla deboleza che aveva.
E apena uscitto dal’ospittale mi sono partitto per venire alla compagnia del lavoro e co sono statto a Granite Sity o perso la tramontana e sono stato perso 3 giorni per questi deserti senza mangiare e bere e senza denaro perche il denaro lo aveva depositato a casa. E poi se io dovesse a scrivere tutto quello che mi a tocatto in questi 40 giorni di mallatia sirebe un mistero incontemplabile io so qua per miraccolo del Signore e della Madonna.
Marcolongo Valentino
e poso certificare io di tutto queste cose sono vostro amico Mazzonetto Carlo mia memoria per sempre.

Trascrizione di Paolo Miotto




Lettera


Lettera


Foglio di via


Foglio di via