Rassegna Stampa: Il Mattino di Padova
Categoria : 3° raduno in Italia - 24 Agosto 2003
Published by Webmaster on 12/8/2005
SABATO 23 AGOSTO 2003

Si celebra il quinto secolo di esistenza della famiglia
A Foza il terzo raduno della famiglia Marcolongo


SAN GIORGIO IN BOSCO. Si avvicina la grande giornata dei Marcolongo. Domenica, a Foza, sarà celebrato il 5º centenario della nascita di uno dei più diffusi cognomi dell’alta padovana. Promotore dell’iniziativa il sindaco di San Giorgio in Bosco, Leopoldo Marcolongo, che da mesi si prodiga di favorire tutti i partecipanti, presento soprattutto in Veneto ma provenienti anche dall’Argentina e dal Brasile. Dal 1503, Foza è una “fucina” di Marcolongo, che lungo il corso dei secoli hanno preso le vesti di sindaci, parroci, eremiti, agricoltori ed artigiani confermando un clan unito dalle comuni radici e dall’inventiva. Gli archivi storici portano alla memoria Fra Gaspare Marcolongo, un’eremita che dedicò quarant’anni della propria vita alla comunità del paese montano. E le poste italiane non sono state a guardare: per l’occasione hanno preparato uno speciale annullo postale filatelico, il primo a celebrare una stirpe, grazie al bozzetto creato dal dottor Valentino Marcolongo “Steller”, titolare dell’omonima galleria d’arte ad Asiago. L’iniziativa è giunta al suo terzo appuntamento, ma questa volta a rendere ancora più prestigioso l’evento è la concomitanza con il 5º secolo di esistenza della famiglia.
Domenica dunque sarà istituito un grande palatenda e dalle 10 alle 16 sarà possibile acquistare cartoline, buste e stampe munite di rari francobolli filatelici e, ovviamente, l’artistico annullo postale commemorativo. Ma i Marcolongo hanno anche pensato di raccogliere fondi destinati all’associazione Hena, che da sempre si fa carico della sofferenza patita dai bambini argentini in questo drammatico periodo. (a. si.)